L’assemblea di approvazione di bilancio 2020 di San Donnino Multiservizi è stata occasione per un avvicendamento all’interno del Consiglio d’Amministrazione.

Il Sindaco Andrea Massari e il CdA hanno ringraziato il consigliere uscente Massimiliano Belforti per il lavoro svolto negli ultimi sei anni all’interno dell’organo decisionale, e hanno dato il benvenuto al dott. Alessio Quarantelli, subentrato a Belforti.

Un incarico che assumo con grande senso di responsabilità e con uno spirito di servizio totale a favore della Comunità fidentina nella quale San Donnino Multiservizi opera sia nella gestione dei servizi cimiteriali che nell’ambito della gestione del ciclo dei rifiuti – dichiara il neoconsigliere Quarantelli –. Un settore, quest’ultimo, che vede Fidenza in una posizione d’avanguardia per quel che riguarda l’andamento della raccolta differenziata, la riduzione della quota procapite di rifiuti indifferenziati prodotti e l’impegno a 360° per realizzare servizi capaci di rispondere alle attese dei cittadini e delle imprese. In questo campo si gioca una partita fondamentale per lo sviluppo ambientale, tante sono le innovazioni su cui San Donnino Multiservizi sta lavorando e tanto ancora si può fare, in particolar modo considerando l’obiettivo dell’introduzione della tariffazione puntuale”.

Grazie a Massimiliano, che ha lavorato con passione e con una sincerità rare. E grazie ad Alessio per aver accettato questo incarico che assume da fidentino al servizio di Fidenza. Le sue prime dichiarazioni denotano concretezza e serietà – commenta il Sindaco –. Un ragazzo giovane, con le giuste competenze per fare bene in una azienda di cui il Comune è socio unico e sulla quale abbiamo investito tanto per potenziarla, specializzarsi sempre più e gestire in proprio il settore strategico dei rifiuti e del loro recupero. A Fidenza non abbiamo, infatti, grandi multiutility ma una realtà locale sana, che presenta il minor costo per la comunità in tutta la regione e con la quale abbiamo ottenuto, non a caso, la gestione del servizio fino al 2033”.